5 strategie efficaci di inbound marketing

DAL BLOG ALLA SEO, LE TECNICHE DI INBOUND MARKETING MIGLIORI

Come abbiamo visto la settimana scorsa, l’inbound marketing è una particolare forma di marketing grazie alla quale è possibile attirare nuovi utenti e indirizzarli verso una determinata azione (acquistare un prodotto, prenotare una camera d’albergo, richiedere maggiori informazioni e così via). L’inbound marketing ricorre agli strumenti della rete e trova la sua espressione nel mondo digitale, un mondo in cui milioni e milioni di persone navigano ogni giorno alla ricerca di contenuti di valore. Notizie, immagini, video, descrizioni o, con maggiore frequenza, risposte alle loro domande. Come montare le catene da neve? Dove comprare spaghetti cinesi? Quando cambiare gli infissi? Domande a cui una buona strategia di inbound marketing deve dare risposte. Come? Ecco 5 strategie efficaci da adottare subito!

5 strategie di inbound marketing

1) CURARE UN BLOG, UNA STRATEGIA VINCENTE

Aprire e gestire un blog è forse il primo e più importante strumento di inbound marketing a disposizione di un’azienda, un’attività commerciale o un libero professionista. Questo perché il blog, se aggiornato con continuità, è in grado di arricchire il sito di contenuti e veicolare traffico targettizzato. Si chiama content marketing ed è il marketing realizzato attraverso la pubblicazione di post, news o articoli.

2) OTTIMIZZARE IL SITO PER GOOGLE (SEO)

Il segreto dell’inbound marketing è farsi trovare. Ciò significa che un sito invisibile è quanto di più distante si possa immaginare dall’ottenere visite e contatti. Come cambiare lo status quo? Ad esempio con interventi mirati di Search Engine Optimization (Ottimizzazione per i Motori di Ricerca o SEO), un’attività che permette al sito di scalare le classifiche di Google in corrispondenza di determinate parole chiave (abbigliamento ecologico neonati, videoproiettori portatili, ecc).

3) USARE I SOCIAL NETWORK (USARLI COME SI DEVE!)

Un altro strumento irrinunciabile per attuare una strategia di inbound marketing di successo sono i social network. LinkedIn, Google Plus, Twitter e soprattutto Facebook rappresentano ottimi canali per creare engagement e fornire contenuti di valore in quantità. Attenzione però: affidare la gestione di un social network al primo che capita non è affatto una buona idea. Meglio rivolgersi a un’agenzia seria, che possa contare su figure specializzate in grado di svolgere questo tipo di attività  tempo pieno, monitorando mese per mese i progressi.

4) CREARE UN NETWORK DI SITI DI SUPPORTO

Avete un prodotto che vale più degli altri? Offrite un servizio unico nel suo genere? Bene, allora valutate se è il caso di dedicare a questo prodotto o servizio un sito web a parte. Molte aziende, con il tempo, scelgono i mini-siti (o landing page) come strumento di inbound marketing per ampliare e valorizzare l’offerta senza per questo investire cifre da capogiro. Diversificare i canali è senza dubbio un sistema intelligente per aumentare il potenziale dei nostri portali e farsi trovare.

5) RIVOLGERSI A INFLUENCER DI SETTORE

Se avete seguito i consigli esposti finora e avete adottato gli strumenti che vi abbiamo proposto, non vi resta che compiere un ulteriore passo avanti nella conquista del mercato del web, contattando gli influencer di settore e cercando di instaurare un rapporto di collaborazione proficuo con loro. Gli influencer sono personaggi influenti, considerati esperti di una certa nicchia. Travel & food blogger, ad esempio, sono molto richiesti per fare da testimonial a tour operator, ristoranti, ecommerce e altre attività. Un articolo scritto da un influencer che parla bene di un vostro prodotto vale più di mille pubblicità alla radio o sul giornale. Mettetevi all’opera e passate dalle parole… all’inbound marketing!