10 tecniche gratuite per aumentare le visite al sito

I METODI MIGLIORI PER AUMENTARE LE VISITE AL SITO A COSTO ZERO

Esistono sistemi gratuiti per aumentare le visite al proprio sito, blog o ecommerce? La risposta è sì, e la buona notizia è che chiunque può adottare questi sistemi senza particolari conoscenze. Certo, non parliamo di “trucchi” da quattro soldi: qualunque strategia di crescita e aumento delle visite si basa sul tempo e sulla costanza, e in effetti il successo della pubblicità su Facebook o su Google è dovuto proprio alla penuria di questi due elementi. Molti preferiscono investire un certo budget in annunci a pagamento piuttosto che rimboccarsi le maniche e dedicare giornate intere alla ricerca di nuovi potenziali clienti. Ma per chi ha la possibilità e la volontà di lavorare sodo all’incremento del traffico, le opportunità non mancano: scopo di questo articolo è dimostrare come e cosa fare per ingrandire il proprio bacino di utenza gratis. Ecco 10 tecniche che puoi attuare subito per il tuo sito!

1) SCRIVI CONTENUTI OTTIMIZZATI IN BASE ALLE TUE PAROLE CHIAVE

copywriting: redazione testi web

Se le visite al tuo sito o blog sono poche, forse dovresti prestare più attenzione alle parole chiave (keyword). Queste ultime vengono “lette” dagli spider dei motori di ricerca, fornendo informazioni preziosi per il posizionamento. Avere pagina scarne con poco testo è come rimanere zitti di fronte al professore durante l’interrogazione. Google passerà oltre e premierà, proprio come un professore, i siti web che all’interno contenuti di qualità superiore. Per trovare le keyword giuste non devi fare altro che ragionare su quelli che sono i tuoi servizi e prodotti. Vendi cibo per animali? Ti proponi come traduttore freelance? Sei un investigatore privato? Ottimo, allora spiegalo per filo e per segno in pagine come la Home, il Chi sono, il Perché noi, i Servizi o la Filosofia Aziendale. Non dare nulla per scontato: Google non può capire ciò di cui parla il tuo sito a meno che non sia tu a spiegarglielo! E se non sei abbastanza bravo, finirai in seconda o terza pagina nei risultati di ricerca, scomparendo di fatto dalla circolazione. Scrivere contenuti ottimizzati per le keyword di interesse è la prima azione da mettere in conto.

 

2) APRI UN BLOG E AGGIORNALO CON POST RIVOLTI AL TUO TARGET

Aprire un blog e aggiornarlo

Una volta che il tuo sito è stato arricchito e ottimizzato grazie a contenuti web di qualità, ti consigliamo di passare a una seconda strategia complementare: la creazione e gestione di un blog o, in alternativa, di una sezione news. Perché questo? Semplice: perché gli articoli del blog o della sezione news possono aumentare le visite al sito gratis per gli anni a venire. Il principio è identico a quello descritto nel primo punto. Se parlo di argomenti inerenti alla mia attività, Google ne terrà conto e – a determinate condizioni – mostrerà nei risultati di ricerca il nostro blog, e di conseguenza il nostro sito. Confrontate ad esempio gli articoli che abbiamo pubblicato in questi anni nel blog di Eviblu e capirete come è facile aumentare le visite offrendo alla rete informazioni utili e coerenti con il proprio business. Del resto, non è per cercare risposte che gli utenti navigano online? Fornire risposte è il sistema migliore per vedere le visite crescere nel tempo.

 

3) CURA LA PAGINA FACEBOOK E IL PROFILO INSTAGRAM

Facebook per le aziende

Facebook e Instagram rappresentano ad oggi i social più conosciuti e frequentati in Italia e in buona parte del mondo occidentale. È ovvio quindi che se vuoi aumentare le visite al sito devi occuparti anche di gestire i social network come si deve: potresti detestarli, potresti non avere un tuo profilo personale da nessuna parte, potresti non sapere nemmeno cosa vuol dire hastag… ma non puoi pensare che il tuo sito o ecommerce avrà molte visite se rinunci in partenza a questi canali. Al di là della moda e delle polemiche, Facebook e Instagram (ma anche Twitter, Snapchat, LinkedIn e altri) rimangono piattaforme con milioni di utenti attivi ogni giorno. Giovani e meno giovani desiderosi di condividere esperienze, commentare, interagire con altri profili e con aziende che sappiano coinvolgerli. Collega la tua pagina Facebook e il tuo account Instagram al sito web, pubblica immagini e contenuti di valore e ben presto potrai contare su persone affezionate a ciò che fai, pronte a seguire i tuoi consigli e i tuoi link in caso di aggiornamenti. Tutto, ancora una volta, a costo zero!

 

4) CERCA PORTALI E MAGAZINE INTERESSATI AL TUO BRAND

Magazine e portali

Negli ultimi 20 anni il numero di nuovi portali e magazine digitali è centuplicato. Ne esistono di ogni genere, dai più semplici ai più articolati, da quelli focalizzati su un tema di nicchia ai portali con tante rubriche differenti… Difficile che non ci sia ancora nulla che puoi sfruttare per aumentare le visite al tuo sito. Occupati in prima persona della ricerca di possibili interlocutori e, quando li avrai trovati, scrivi loro un’email (o prendi in mano il telefono) per proporre la pubblicazione di un articolo su un tema in cui ti senti ferrato. Perché dovrebbero accettarlo? Perché stai offrendo loro un contributo (ben diverso da una marchetta!) che il pubblico potrà apprezzare e che i magazine e portali potranno condividere nei rispettivi social media. Niente male, anche perché lo farai “gratis”, in cambio di un semplice link in calce all’articolo, o del tuo nome come autore. Semina giorno per giorno e a distanza di anni raccoglierai frutti prelibati, ovvero traffico in target senza muovere un dito!

 

5) PRODUCI VIDEO PER IL PUBBLICO DI YOUTUBE

Promuovere la propria azienda su Youtube

Concentrarsi solo sui contenuti testuali va bene, ma fino a un certo punto. Se vuoi crescere e aumentare le visite in modo significativo, prendi in considerazione l’ipotesi di aprire un canale Youtube e pubblicare video accattivanti. Non è nulla di così strano: stai semplicemente replicando la strategia del blog, ma stavolta mostrerai al pubblico della rete contenuti video al posto di articoli scritti. Va da sé che più sarai competente nella produzione dei filmati (e per produzione intendo immagini in alta risoluzione, ma anche audio, montaggio, sigla di apertura e chiusura), più riuscirai ad attirare l’attenzione e ottenere nuovi iscritti al tuo canale. Nel momento in cui gli iscritti saranno centinaia , migliaia o addirittura milioni, anche le visite al sito aumenteranno di conseguenza, merito per l’appunto dalla frequentazione del tuo canale da parte degli utenti di Youtube. Una strategia valida soprattutto per chi ha già dimestichezza con la fotografia e la videocamera, senza contare strumenti di ultima generazione come le action cam o i droni.

 

6) INSERISCI LA SCHEDA DEL TUO SITO IN PORTALI AZIENDALI

Portali aziendali

Hotfrog, Trovaziende, Kompass… sono alcune delle tantissime directory aziendali (o business directory) in cui iscrivere il sito web della propria società o negozio, anche online. Il funzionamento è simile a quello di una banca dati: per ogni scheda viene messa a disposizione una pagina completa di tutti i dati, tra cui ragione sociale, indirizzo, partita IVA, posizione sulla mappa, immagini, logo, ecc. In base al settore di appartenenza la scheda viene assegnata alla categoria corrispondente, in modo da facilitare la ricerca da parte degli utenti. Ci sono poi sezioni speciali come l’azienda del giorno, l’azienda in vetrina e così via, si può navigare inoltre per regioni e per province, o cliccare sulle aziende suggerite e correlate. Ovviamente il link dalla scheda al sito web avrà un ruolo cruciale, permettendo al pubblico della rete di passare dalla directory aziendali al sito web con un semplice clic del mouse. Non bisogna aspettarsi chissà quale riscontro da una strategia di questo genere, ma è pur sempre una fonte di traffico a costo zero in più da mettere in conto per aumentare le visite.

 

7) TRADUCI IL SITO IN INGLESE, FRANCESE E ALTRE LINGUE

Traduci il sito web in altre lingue

Molte aziende commettono l’errore madornale di rivolgersi solo e unicamente al pubblico italiano. Ma gli italiani, si sa, sono dappertutto, a cominciare dal Canton Ticino e da paesi vicini come la Spagna o la Francia. Perché allora non darsi da fare per tradurre i contenuti in inglese, tedesco e in altre lingue? Un’attività di questo genere possono condurla in autonomia gli stessi imprenditori, commerciali o chi conosce la lingua, dagli amici ai parenti. Ciò non significa improvvisarsi e affidare la traduzione al primo che capita: il fai-da-te può dare ottimi risultati ma può anche essere un boomerang pericolosissimo. Meglio quindi essere certi che il contatto sappia ciò che sta facendo, in caso contrario possiamo pensare a uno scambio di servizi con professionisti reali, opzione molto praticata ad esempio dai B&B e dalle strutture alberghiere in generale (ospitalità in cambio della traduzione). Idem per i sottotitoli nei video: se abbiamo un video promozionale a disposizione, premuriamoci di attivare i sottotitoli, assicurandoci così un più ampio pubblico di spettatori.

 

8) SCRIVI UNA GUIDA (UN EBOOK) E DIFFONDILA ONLINE

Guida ebook gratuita

Se il nostro sito o ecommerce è a regime e se abbiamo a disposizione un quantitativo sufficiente di news o di post, possiamo pensare di imbastire una guida in PDF sotto forma di ebook. Una risorsa del genere è una manna per il pubblico della rete, sempre alla ricerca di informazioni complete e accurate su determinati argomenti di interesse. “La guida al camper definitiva”, “L’ebook sul lavoro freelance”, “Diventare uno chef stellato”… quante volte ti sei imbattuto in titoli come questi e hai deciso di premere il tasto download lasciando in cambio la tua email? Succede e continuerà a succedere per diverse ragioni: l’ebook è pratico, fruibile da chiunque, gratuito e (si spera) molto utile. Gli utenti a cui piacerà ciò che hai scritto scambieranno la guida con amici e colleghi di lavoro, e questo non farà altro che alimentare il passaparola intorno alla tua azienda. Non solo: perché il download in cambio dell’email ti darà la possibilità di raccogliere indirizzi di posta e nominativi essenziali per eventuali azioni di marketing come l’invio di newsletter, offerte o promozioni.

 

9) ATTIVA LE NOTIFICHE PUSH CON LO STRUMENTO GRATUITO PUSHCREW

Notifiche Push del sito

Da qualche anno a questa parte si è affermato un nuovo, potente strumento per aumentare in modo gratuito le visite al sito. Si chiama Push Crew e fa parte dei tool pensati per inviare notifiche semiautomatiche agli iscritti. In pratica funziona così: chi entra nel sito vede comparire un banner con un messaggio del tipo “Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alle nostre notifiche!” Cliccando il tasto Acconsento, si verrà inseriti nel database di iscritti e a ogni invio di comunicazione tramite Push Crew si vedrà comparire sul desktop del PC un messaggio che rimanda alla notizia pubblicata. Un po’ come i vecchi SMS pubblicitari che alcune compagnie telefoniche si ostinano a inviare in occasione di nuove offerte, con una differenza importante: qui è l’utente a dare il consenso, e lo farà se – ad esempio – preferirà questo strumento a canali come Facebook o come i social network. Insomma, un’alternativa da non sottovalutare per fidelizzare una fetta di pubblico di solito esclusa dalle strategie comunicative tradizionali.

 

10) PREPARA UNA NEWSLETTER MENSILE DA INVIARE AGLI ISCRITTI

Newsletter

Ultima delle dieci tecniche gratuite per aumentare il traffico al sito si chiama newsletter. Parliamo in questo caso di un bollettino inviato agli iscritti (persone che, di nuovo, hanno dato il loro consenso) grazie al quale aggiornare il pubblico sulle ultime novità. Partecipazioni a una fiera, lancio di prodotti, incontri con il pubblico, presentazioni e tutto ciò che può interessare i potenziali clienti. Anche qui, preparare e spedire una newsletter non costa nulla, a meno di utilizzare piani a pagamento necessari più che altro quando il numero di iscritti è molto alto. Da aggiungere alla lista di metodi per veicolare traffico, convertire gli utenti e, in definitiva, promuovere la propria azienda online!