• Home
  • Blog
  • Come farsi trovare su Google: le 2 strategie

Come farsi trovare su Google: le 2 strategie

KEYWORD PRINCIPALI E KEYWORD “A CODA LUNGA” PER FARSI TROVARE

Farsi trovare su GoogleSe chiedete a un esperto come sia possibile farsi trovare su Google  al giorno d’oggi, questi vi risponderà che esistono due sistemi. In realtà di sistemi ne esistono 2 e poi altri 2, a seconda dell’opzione scelta. Lo abbiamo visto nell’articolo Come trovare clienti con Google: da una parte abbiamo il posizionamento organico (o naturale) che si ottiene con un lavoro di SEO (Search Engine Marketing) dall’altra abbiamo il posizionamento sponsorizzato tramite annunci Pay-Per-Clic (PPC). Se andiamo più nello specifico, scopriremo poi che il posizionamento organico si può raggiungere in due modi, tramite keyword principali e tramite keyword longtail (“a coda lunga”). Sono queste le due strategie che permettono a un sito di farsi trovare su Google. Nel primo caso abbiamo grandi volumi di ricerca per parole generiche, nel secondo abbiamo meno traffico ma una maggiore facilità nel posizionamento della keyword, soprattutto se aggiungiamo la località.

Ma andiamo con ordine. Ogni giorno su Google Italia vengono effettuate migliaia e migliaia di ricerche. Alcune di queste ricerche si basano su tre, due o magari una sola parola. “Negozio Orologi Napoli”, “Installazione Fotovoltaico Roma”, “Carrozzeria Milano”… Altre prevedono intere frasi: “cambio gomme invernali Vicenza”, “monitoraggio consumi elettrici industriali Verona”… Nel primo gruppo rientrano le keyword cosiddette principali, con alti volumi di ricerca e molta concorrenza (ovvero molti siti in competizione fra loro). Farsi trovare su Google per queste keyword è difficile ma non impossibile. In genere si cerca di posizionare il sito web per una o al massimo due di queste keyword, attraverso una serie di attività di ottimizzazione insite e offsite. E per quanto riguarda le keyword longtail?

ARTICOLI DEL BLOG E NEWS PER FARSI TROVARE SU GOOGLE

In alternativa alle keyword principali ci sono le keyword a coda lunga, con meno ricerche e per questo con meno competizione. Qui il posizionamento non sarà per l’intero sito ma per singole pagine, ad esempio le pagine servizi o i post del blog. Se viene fatto un buon lavoro di ricerca preliminare (…e se il copywriter sa il fatto suo), è possibile farsi trovare su Google grazie a un solo articolo in tempi abbastanza rapidi, una o due settimane al massimo. I fattori restano comunque numerosi e imprevedibili, per cui è bene puntare sui grandi numeri e creare almeno 4 news al mese. In questo modo collezioneremo sufficienti news per spaziare in diversi argomenti e intercettare il pubblico di interesse. Le due strategie, ovviamente, andrebbero perseguite di pari passo.