Commercialista fai-da-te? 10 strategie per trovare clienti con il tuo studio

Il 2020 è stato un anno rivoluzionario da molti punti di vista. In diversi settori un tempo considerati impossibili da promuovere (commercialista, dentista, studio legale, officine meccaniche), abbiamo assistito all’avvento di professionisti intraprendenti, che attraverso una florida produzione di contenuti sono riusciti a creare traffico e pubblicità a favore del proprio business. I commercialisti, con i loro studi, sono fra i protagonisti forse più interessanti di questo mutamento epocale. Sebbene il lavoro dei commercialisti sia piuttosto difficile da capire per i meno esperti, qualcuno si è cimentato in questa impresa, offrendo ad esempio uno o più video su tematiche generiche (le modalità di lavoro del commercialista) ma anche specifiche (argomenti di attualità, come manovre del governo e opportunità di risparmio). Un esempio fra i tanti, ben realizzato e con un discreto riscontro, è il video Commercialista online: si o no? pubblicato dallo Studio Allievi.

Ma è solo con i video che è possibile trovare clienti? Non proprio. Anzi, non solo. In realtà ci sono parecchie strategie valide da prendere in considerazione. Noi di Eviblu ne abbiamo selezionate una decina, che contiamo di ampliare mano a mano che la situazione evolve e si aggiungono nuovi strumenti. Il punto da capire è questo: il commercialista non è più la figura avulsa dalla realtà (e dalla virtualità dei social media). Nell’era della condivisione, anche le tecniche per trovare clienti devono cambiare di conseguenza.

1) TROVA NUOVI CLIENTI GRAZIE AL TUO CANALE YOUTUBE

Negli ultimi due anni Youtube ha stracciato ogni record, diventando il secondo sito più visitato al mondo dopo Google (azienda che per la cronaca possiede il marchio e la piattaforma Youtube). I creatori di video non sono più soltanto ragazzini appassionati di videogame o belle ragazze che si truccano davanti alla telecamera. Nella piattaforma coesiste un po’ di tutto, dall’imprenditore che svela come investire al docente universitario che condivide pillole di sapere. Proporsi come commercialista in video, senza filtri e senza maschere, è un modo intelligente e lungimirante per dimostrare chi sei e che cosa puoi fare per risolvere le incombenze dei tuoi clienti. Youtube ti consentirà inoltre di monetizzare il canale con pubblicità, superchat e strumenti di vario genere.

2) FATTI TROVARE SU GOOGLE CON ARTICOLI OTTIMIZZATE SEO

Trovare clienti su Google

Il nostro articolo Trovare nuovi clienti: le 18 strategie di marketing (2020) è ottimamente posizionato su Google sia per “trovare clienti” sia per “cercare clienti”. Ogni anno questo articolo ci frutta qualche migliaio di visitatori, e qualche decina di richieste di preventivo, alcune delle quali si concludono con successo (l’idea è anche voi commercialisti, trovando questo articolo, decidiate un giorno di affidarvi a noi). Questo principio è la base del content marketing, un tipo di marketing molto efficace, che ruota intorno alla pubblicazione di contenuti ottimizzati per Google (in gergo SEO friendly). Un commercialista dovrebbe parlare di tutto ciò che può intercettare l’attenzione dei suoi potenziali clienti, focalizzandosi in particolare su argomenti specifici e quindi meno competitivi. Se vuoi approfondire, qui trovi il nostro articolo con le tecniche SEO per blog.

3) APRI UN GRUPPO PRIVATO SU FACEBOOK O TELEGRAM

Ti sei mai chiesto perché alcuni dei professionisti più famosi sulla piazza hanno tutti un gruppo Facebook o Telegram? Il motivo è molto semplice: ampliare la propria fanbase, e cioè lo zoccolo duro di fedelissimi a cui rivolgersi. Non è un vezzo o uno sfoggio di muscoli. Il senso di questa operazione è costruire un pubblico sicuro, con il quale interagire giorno dopo giorno. Questo pubblico sarà abbastanza ricettivo alla varie offerte e iniziative del tuo studio di commercialista, con tutti i vantaggi che ne conseguono. Le chance di successo, inutile dirlo, sono proporzionali alla tua brand identity, ovvero alla popolarità del tuo nome sul web (banalmente, se hai già un certo seguito e un certo numero di fan). Considera in ogni caso che sia Telegram sia Facebook sono strumenti a costo zero, ai quali, se non lo ritieni necessario, non dovrai versare un solo centesimo.

4) CREA UN EBOOK E VENDILO NEI PRINCIPALI STORE

Trovare clienti con un ebook in vendita

Altra valida strategia per trovare clienti è porsi come divulgatori. Il modo più congeniale per farlo è scrivere (e pubblicare) un ebook dedicato a un argomento di settore (per il 2021 potrebbe essere ad esempio un libro sull’Ecobonus). L’ebook è visto tuttora come un punto di svolta nella carriera di un professionista, la dimostrazione che si è raggiunto un livello di competenza superiore. Certo: il contenuto è fondamentale, ma ormai i fattori di esposizione sono altri, in buona parte legati alla presenza di una community di persone che ti seguono e ti sostengono. È anche vero che con il self publishing le regole del gioco sono cambiate, ed è possibile arrivare anche nelle classifiche dello store di Amazon, o di altre piattaforme, senza troppe difficoltà. Blogger, giornalisti, influencer o chi per loro potrebbero a quel punto linkare l’ebook, portandoti nuovi potenziali clienti.

5) SFRUTTA LE CAMPAGNE DI ADVERTISING SU GOOGLE

Il metodo più rapido in assoluto per trovare clienti è cercarli con una campagna apposita su Google. Grazie alla piattaforma Google Ads, chiunque può pubblicare annunci a pagamento per offrire i propri servizi. Non basta tuttavia pagare e attendere con le mani in mano: la soluzione più performante è costruire una landing page verticale, all’interno della quale riportare i punti salienti dello studio. È ciò che abbiamo fatto per Studio Diano con una landing page su misura, a cui è stata abbinata una campagna su Google Ads. Con questo approccio l’utente non entra nel sito e si perde, ma atterra (da cui il nome landing appunto) in una pagina pensata apposta per rispondere alle sue necessità. La risposta sarà decisamente più positiva.

6) TROVA CLIENTI CON PARTNERSHIP + AFFILIAZIONI

Quando non si ha un base di pubblico, occorre investire parecchio tempo e denaro per costruirlo. È possibile tuttavia seguire anche un’altra strada, complementare o alternativa a quella classica (scrittura articoli, creazione video su Youtube, gestione social ecc). Questa strada prevede la collaborazione con portali, blogger e partner autorevoli, che possano portare traffico e pubblico in target al tuo studio di commercialista. Potresti scrivere ad esempio un tutorial e pubblicarlo in un portale di lavoro. O potresti semplicemente piazzare un link in un articolo esistente, che genera di suo molto traffico. In cambio sarebbe bene offrire un’affiliazione, ovvero un sistema di reveniew che possa portare vantaggio economico tramite ricompensa al tuo partner. Ogni volta che qualcuno compie un’azione (abbonarsi al tuo servizio di assistenza commerciale online ad esempio), l’affiliato guadagna una piccola somma. Un motivo in più per sostenere la tua causa.

7) PRODUCI UN FUNNEL CHE LAVORA AL POSTO TUO

Trovare clienti con il funnel

L’ideale, per un commercialista come per altri professionisti, è rendere la ricerca di nuovi clienti automatica. Tipicamente viene utilizzato un funnel, ovvero un sistema di invio email in sequenza agli iscritti. Questi ultimi sono persone che hanno dimostrato già un minimo di interesse nei tuoi confronti, ad esempio scaricando un ebook o iscrivendosi a un evento. L’azione comporta l’iscrizione automatica al funnel, e quindi all’invio delle email che tu, da bravo commercialista self made man, hai già predisposto. Nel funnel non dovrai fare altro che dimostrare le competenze che possiedi, svelando trucchi, best practice e quant’altro di utile. Il potenziale cliente, ricevendo le email, capirà che il commercialista giusto sei tu, e ti contatterà per ricevere l’aiuto che gli hai promesso. Facile, veloce, pratico: in una parola, moderno.

8) ENTRA NEI CIRCUITI DI MONETE COMPLEMENTARI

Quando l’economia ristagna e non si trovano più clienti, è il momento di guardare alle monete complementari. Si tratta di circuiti riservati, nei quali entra un numero ristretto di imprese, professionisti e commercianti. In Italia ne esistono due: Sardex, nato in Sardegna proprio per contrastare il blocco dell’economia, e Bexb, con sede a Brescia, circuito di moneta complementare grazie al quale stringere partnership e attivare nuove sinergie. La figura del commercialista è sempre ben accetta in questi circuiti perché offre servizi che servono a chiunque, dal piccolo artigiano alla catena di negozi in franchising. Il numero di transazioni chiuse in Sardex nel corso del 2019 è pari a circa 65 milioni di crediti, questo giusto per dare un’idea del volume di affari generato da queste economie alternative ma non di meno reali.

9) CERCA I TUOI CLIENTI BUSINESS SU LINKEDIN

Trovare clienti su Linkedin

LinkedIn è un ottimo strumento per fare business. Lo si può utilizzare in tanti modi, tra i quali la gestione come social media è solo la punta dell’iceberg. Su LinkedIn ad esempio è attiva la funzione Pulse, una sorta di spazio virtuale nel quale pubblicare articoli dal proprio profilo personale. L’aspetto finale è simile a quello di un blog, e i risvolti in termini di posizionamento su Google sono di prim’ordine. In altre parole, pubblicare un articolo su LinkedIn Pulse consente di aggirare il lavoro mastodontico di apertura e gestione di un blog, ottenendo nei casi migliori una visibilità pressoché sovrapponibile a quella dei blogger più famosi. Se devi scegliere un social media nel quale investire per il 2021, ti consigliamo di dirottare i tuoi sforzi su LinkedIn, magari con la pubblicazione di un post a settimana su LinkedIn Pulse.

10) CAMBIA FORMA MENTIS E DIVENTA IMPRENDITORE

La nostra consulenza filosofica aziendale nasce per instaurare un rapporto di lavoro più proficuo e remunerativo. Tanti clienti sono infatti scottati da precedenti esperienze negative, o sono diffidenti di natura, o non hanno ancora abbandonato paradigmi ormai ampiamente superati. La consulenza filosofica cerca di fare ordine in questo magma indistinto e spesso dannoso di idee e preconcetti, lavorando sulla percezione che un commercialista tradizionale, per forza di cose, continua a seguire nonostante l’evoluzione della tecnologia. Lo sappiamo: non è per niente facile buttarsi nel mondo digitale. Ma siamo convinti che per trovare clienti è necessario, e lo sarà sempre di più, mettersi in discussione, e soprattutto mettersi in mostra, parlando in prima persona di ciò che si conosce e si offre. Una rivoluzione che è già in corso e che tu, caro commercialista, devi soltanto abbracciare.