• Home
  • Blog
  • Guest post: come funziona e perché ti può essere utile

Guest post: come funziona e perché ti può essere utile

ALLA SCOPERTA DI UNO DEI PIU’ EFFICACI STRUMENTI PER FARE SEO

Guest post come funzionaIeri erano le directory, oggi sono i blog. Nell’attività di SEO, e nella fattispecie nell’attività di link building, è diventata prassi comune in questi ultimi anni cercare blogger o testate digitali dove piazzare articoli originali, i cosiddetti guest post. Lavorare tramite guest post è ben altra cosa rispetto al semplice inserimento del nostro sito nelle directory o alla pubblicazione di un articolo in portali di article marketing. Nonostante queste operazioni diano ancora buoni risultati, l’efficacia di un guest post come strumento per fare SEO e promozione digitale resta di gran lunga superiore. La conferma ci arriva dai nostri clienti e dalle performance raggiunte su Google in termini di posizionamento grazie alla pubblicazione di guest post di qualità.

Ma come gestire un progetto di questo genere? Innanzitutto occorre cercare blog e portali inerenti agli argomenti trattati. Se abbiamo un’azienda che produce pannelli fotovoltaici, ci rivolgeremo a blogger esperti in questo settore. Decideremo quindi l’argomento di cui parlare e il link da inserire nel corpo dell’articolo. Come lunghezza del guest post sarà bene orientarsi sulle 400-500 parole o anche di più, dipende dal tema. Il blogger a questo punto ci farà avere un preventivo e, ricevuta conferma, procederà con la scrittura del guest post e la successiva pubblicazione. Oltre ad avere un link naturale in entrata nel nostro sito, otterremo in questo modo visibilità ulteriore in virtù delle condivisioni nei social media da parte del blogger stesso, cosa che non avverrebbe né con le directory né con l’article marketing.

ESEMPI DI PREZZI PER FARE GUEST POST IN ITALIA NEL 2017

Le tariffe dei blogger italiani per fare guest post variano di solito da un minimo di 50 euro a un massimo di 250 euro ad articolo. Questo per dare un ventaglio orientativo dei prezzi, al di là dell’IVA o del regime fiscale adottato. Blogger emergenti avranno un costo più basso, blogger professionisti si faranno invece pagare profumatamente dal momento che, oltre all’articolo, garantiscono numeri elevati sia come traffico organico al proprio sito sia come audience sul web. Accanto al guest post nei blog ci sono poi gli articoli pubblicati su portali e webzine autorevoli. Gli obiettivi sono sempre gli stessi, le dinamiche pure, a cambiare è l’offerta: per 10 blog validi gestiti da singole persone, ci sono grossomodo 2 o 3 portali interessanti per quel settore. Una buona ricerca preliminare dei fornitori è senz’altro la chiave per una campagna di guest post all’altezza delle aspettative. Cominciamo?