Come pubblicare articoli online gratis o a pagamento

Strategie per pubblicare articoli online gratuiti e a pagamento

Un tempo erano i siti di article marketing, oggi sono i blog di influencer o i portali di magazine con un certo traffico. Le due alternative – quella degli articoli online gratis nei siti di article marketing e quella degli articoli a pagamento in blog di influencer o magazine di settore – coesistono tuttora,  ma con una differente efficacia, rispetto al passato, in termini di risultati e qualità dei link esterni. A chi di questi argomenti ne sa poco o niente, vogliamo chiarire la situazione e descrivere quali sono, in rete, le strategie migliori per promuovere un brand (o un singolo prodotto, un evento, un libro, ecc) utilizzando canali gratuiti o a pagamento che mettono a disposizione il proprio spazio per pubblicare articoli su determinate tematiche. Cominciamo dall’opzione 1, la più interessante per chi è all’inizio e non ha grandi budget da investire.

  • CONSIGLI PER PUBBLICARE ARTICOLI ONLINE GRATUITI

Il sito diggita, uno dei portali dove pubblicare articoli gratis

Nell’introduzione di questo articolo abbiamo parlato di article marketing e testi per siti web. In effetti, ancora oggi il sistema più noto per pubblicare articoli gratis online è questo. Si tratta di una tecnica obsoleta, ma in minima parte ancora valida, che consiste nello scrivere e pubblicare articoli su appositi portali creati apposta per ospitare recensioni, comunicati stampa e altro genere di notizie. Di solito il funzionamento è il seguente: ci si registra al sito, si invia l’articolo rispettando le linee guida e si attende la conferma di pubblicazione. In alcuni casi, possono essere previsti servizi extra a pagamento, ad esempio se si desidera inserire più di un link in uscita, o se si vuole che l’articolo venga scritto da copywriter esperti. Costi e condizioni variano di volta in volta a seconda del portale e dell’autorità in rete.

Bisogna tenere presente che Google, negli ultimi anni, ha declassato la stragrande maggioranza di siti di article marketing e directory aziendali, in quanto la tecnica è chiaramente poco naturale, e quindi di scarso valore per l’utente (di Google). Di conseguenza, se l’utente entra in una pagina con bassa qualità, tenderà a uscire subito, e questo è appunto quello che è successo in rete con l’article marketing dal 2010 circa a oggi. È altrettanto vero però che ci sono migliaia e migliaia di siti che ospitano articoli a titolo gratuito su argomenti disparati: magazine di ecologia, quotidiani di informazione, blog personali senza scopo di lucro… il metodo da seguire, in questo caso, è quello di contattare i referenti del sito in questione e proporre la pubblicazione dell’articolo. Va da sé che più l’articolo è orientato al marketing, meno chance ci sono per avere il via libera.

  • CONSIGLI PER PUBBLICARE ARTICOLI ONLINE A PAGAMENTO

PMI, portale italiano dove pubblicare articoli a pagamento

Pubblicare articoli online a pagamento sembra un’operazione banale. Tutto ha un prezzo, potrebbe essere lo slogan che descrive meglio questa pratica. Purtroppo non è così. Una campagna di content marketing o guest posting che dir si voglia deve essere condotta con cognizione di causa. Occorre per prima cosa trovare i portali in target con il proprio pubblico. Se gestiamo un’azienda che produce costumi da bagno, dovremo ad esempio intercettare blogger, influencer e redattori che scrivono su portali di abbigliamento, o di lifestyle, o di moda. Viceversa, se siamo un concessionario specializzato in fuoristrada, i nostri interlocutori ideali saranno blogger, influencer e redattori che scrivono su portali di macchine, motori e simili. La selezione preliminare, dunque, rappresenta un’attività fondamentale per impostare bene la campagna e ottenere il massimo dalla pubblicazione di articoli online. È importante dedicare il giusto tempo, sapendo che molti non risponderanno nemmeno o proporranno cifre al di sopra delle aspettative.

A proposito di cifre, la domanda sorge spontanea: quanto costa un articolo a pagamento in rete? Volendo generalizzare, il ventaglio oscilla da un minimo di 30 euro a un massimo di 250 euro per i blog e portali più quotati, con offerte commerciali che arrivano anche a 500 euro e oltre per un singolo articolo su portali con traffico e autorità elevati. Anche qui, è opportuno calcolare un budget di spesa da concentrare in corrispondenza del periodo caldo (lancio di un prodotto, evento, promozioni speciali) o da spalmare nei mesi successivi per mantenere accesi i riflettori sul business. Oltre alla visibilità, una campagna di questo tipo permetterà di collezionare preziosi link in entrata da articoli in target contenenti le parole chiave più significative, anche, volendo, geolocalizzate. Scopri nel nostro portfolio i lavori di content marketing e SEO realizzati in questi anni dal team Eviblu!