Promuovere la propria azienda: 9 sistemi infallibili

DALLA PAGINA FACEBOOK AL FUNNEL: COME PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA

Dopo aver parlato in un recente articolo di come trovare nuovi clienti, torniamo sull’argomento e vediamo insieme come promuovere la propria azienda utilizzando alcune fra le migliori strategie di marketing del momento. Il tema è vasto e in continuo aggiornamento: per non dilungarci troppo, abbiamo scartato le soluzioni meno efficaci e ci siamo concentrati su 9 sistemi infallibili, da sfruttare a proprio vantaggio per promuovere aziende piccole o grandi, ma anche ecommerce, siti web, progetti personali e tutto ciò che rientra nei più svariati ambiti di business, dall’edilizia alla vendita di prodotti per la casa. Grazie a questa guida, ciascuno potrà schiarirsi le idee e organizzare un piano di visibilità adeguato ai propri obiettivi commerciali. Iniziamo con una fra le novità che sta riscuotendo più successo: l’influencer marketing.

1) PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA CON L’INFLUENCER MARKETING

Influencer marketing

Ormai entrata a pieno diritto nel vocabolario degli addetti ai lavori, l’espressione “influencer marketing” indica un tipo di promozione condotta attraverso il coinvolgimento di persone famose, o quantomeno seguite, su social media e sul web in generale. Pensiamo ad esempio ai giovani Youtuber con milioni di iscritti al proprio canale, ma anche ai millenial su Instagram o ai tanti nomi noti che popolano la blogosfera. Persone in carne e ossa con un pubblico enorme, al quale possiamo accedere tramite collaborazioni definite di volta in volta in base al target, al budget e alle tempistiche. Dalla pubblicazione di un articolo su un blog con centinaia di migliaia di visite alla condivisione di Instagram Stories da parte di più figure quotate che si rivolgono al nostro stesso bacino d’utenza, l’influencer marketing ci permette di raggiungere una platea immensa, con la quale altrimenti non potremmo interagire. Una spesa a volte minima, anche di poche centinaia di euro, assicura una promozione massiccia ed estremamente targettizzata.

2) PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA CON IL SISTEMA DEL FUNNEL

Una seconda opzione per promuovere la propria azienda e trarre il massimo profitto dal web è il funnel. Anche qui i tratta di una strategia recente che sta dando ottimi frutti, purché vengano seguiti determinati accorgimenti. Il funnel non è altro che un sistema di invio automatizzato di email per generare vendite online. Come? Ecco un esempio pratico passo passo, immaginando che l’azienda corrisponda a un’agenzia turistica di una località balneare:

1.   L’agenzia in questione crea un ebook omaggio in cui vengono riportate le 20 destinazioni top della costa tirrenica

2.   Le persone arrivano nel sito, trovano l’ebook, lasciano la propria email e accedono in questo modo ai contenuti

3.   Da qui in poi inizia il funnel: ogni 2 settimane, le persone ricevono un’email dove le destinazioni vengono approfondite, presentate e descritte nel dettaglio

4.   Il tasso di apertura viene monitorato nel tempo, controllando tramite piattaforma di invio chi apre le email più spesso

5.   Mano a mano che il funnel procede, il responsabile raccoglie i dati e crea una top list con gli indirizzi email delle persone che si sono dimostrate più interessate

6.   A queste persone viene inviata un’offerta fortemente personalizzata sulla base delle destinazioni più cliccate

 

Va da sé che il tasso di conversione di un funnel è molto alto in quanto l’utente viene poco a poco motivato a conoscere meglio il prodotto o servizio, senza azioni aggressive ma con estrema naturalezza. È altrettanto ovvio che occorre realizzare buoni contenuti in modo da persuadere il potenziale cliente e finalizzare con esito positivo il percorso di acquisizione.

3) PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA CON LA CONTENT CURATION

Redazione_contenuti_per_sito_webBlog e sezioni news rappresentano due fra i canali migliori per pubblicare contenuti di qualità. In questo caso la promozione consiste nel fornire al pubblico del web informazioni, consigli e articoli relativi a tematiche inerenti al business. Pensiamo ad esempio a un ecommerce di accessori per auto. Aprendo un blog, il negozio online avrà modo di spiegare come installare le barre portatutto, o come sostituire la batteria del motore, o ancora come cambiare il filtro dell’aria. Vere e proprie guide che portano traffico e visibilità da Google, promuovendo di fatto i prodotti venduti dall’azienda. A livelli più avanzati si può anche valutare di dare vita a un vero e proprio magazine, raccogliendo contributi interni da parte dei membri del team. Queste tecniche sono note con il termine inglese di content curation, o cura dei contenuti, dove per contenuti si intendono appunto gli articoli, i post e le guide pubblicate online secondo un piano editoriale ragionato.

4) PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA VIA FACEBOOK E INSTAGRAM

Promuoversi con i social network

La promozione di un’azienda non passa solo per siti web e blog, ma anche e soprattutto per la gestione di social network come Facebook e Instagram. Con milioni di utenti attivi a ogni ora del giorno, i due social si confermano come un’occasione di marketing irrinunciabile per quanti desiderano promuoversi online senza spendere un occhio della testa. Sia sull’uno che sull’altro la visibilità può essere ottenuta in due modi: o con una gestione naturale del profilo o con l’impostazione di una campagna PPC (Pay-Per-Clic). Nel primo scenario dobbiamo rimboccarci le maniche e produrre giorno per giorno contenuti di valore, che suscitino il giusto livello di engagement (coinvolgimento). Nel secondo caso, la promozione avverrà per mezzo di annunci sponsorizzati, per cui a ogni clic verrà addebitato un costo. I due sistemi  traggono forza l’uno dall’altro e vanno quindi utilizzati in sinergia, pianificando con attenzione il budget e monitorando l’andamento della campagna grazie agli strumenti di analisi previsti.

5) PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA CON UN CANALE YUOTUBE

Promuovere la propria azienda su YoutubeYoutube è ormai un’istituzione e come tale conta milioni di spettatori. Promuovere la propria azienda su questa piattaforma significa innanzitutto aprire un “canale” e postare video, un po’ come avviene con i post nel blog o gli articoli nella sezione news. Un solo video a settimana, anche di pochi minuti, può essere sufficiente per aumentare nel tempo la fan base, fidelizzare il pubblico e distinguersi dalla concorrenza. Attenzione a questo ultimo punto: se la presenza di un’azienda all’interno di social network come Facebook è quasi scontata, lo stesso non si può certo dire di Youtube. Fondamentale, oltre alla qualità delle immagini, è la capacità di costruire uno storytelling accattivante, dove l’imprenditore “ci mette la faccia” e instaura una relazione con il pubblico di riferimento. Come per altri social, anche qui non mancano le possibilità di spingere determinati video di maggiore impatto attraverso campagne PPC.

6) PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA CON UNA CAMPAGNE ADWORDS

Campagna AdWordsIn Italia AdWords è considerato uno degli strumenti più potenti per promuovere le aziende, in particolare PMI e realtà nuove sul mercato. Attraverso campagne PPC AdWords è possibile creare annunci che compaiono su Google in corrispondenza di parole chiave stabilite e approvate dal sistema. I punti di forza di AdWords sono tanti, a partire dalla semplicità d’uso e dall’immediatezza dei risultati. In poche ore, chiunque può attivare i propri annunci e incrementare il traffico al sito o all’ecommerce. Non bisogna tuttavia commettere l’errore di pensare che AdWords sia la panacea di tutti i mali: se la campagna non è supportata da un sistema di vendita adeguato (sito web responsive, grafica moderna, pagine ottimizzate, ecc) i risultati saranno ben al di sotto delle aspettative, con il rischio di pagare tanto e raccogliere poco. L’aiuto di uno specialista qualificato, dove per qualificato si intende in possesso di regolare certificazione (Eviblu a questo proposito è Google AdWords Partner) è garanzia di performance superiori sotto ogni punto di vista, con un ROI (ritorno sull’investimento) coerente allo sforzo sostenuto.

7) PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA CON I GUEST POST

Guest bloggingLa content curation può essere fatta sia in modo attivo che passivo. In che senso? Se con blog e news siamo noi a diffondere notizie di qualità online, con i guest post sono altri interlocutori che ospitano nei loro canali contributi autorevoli sotto forma di articoli, post, recensioni, interviste e così via. Ipotizziamo ad esempio di gestire un’azienda che vende strutture in legno per esterni. Scriviamo su Google “tipi di legno per costruzioni” e vediamo cosa salta fuori nei risultati. Troveremo, oltre ai nostri concorrenti, alcuni blog e portali che offrono consigli utili in risposta alla nostra ricerca. Bene: contattiamoli e proponiamo loro di scrivere un articolo che parla della nostra azienda e delle strutture in vendita. Non tutti sono disposti a ospitare guest post, ma molti portali e blog lo fanno eccome in quanto traggono parte del proprio guadagno per l’appunto da questa fonte. Una volta pubblicato e condiviso, l’articolo rafforzerà l’autorità del nostro dominio (vedi punto successivo), darà ulteriore eco all’attività, e non da ultimo ci permetterà di raggiungere un pubblico più ampio grazie alla condivisione su Facebook e i vari profili social del blog/portale a cui ci siamo rivolti. Tutto questo a un prezzo che varia di solito da 200 a 1.000 euro e oltre.

8) PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA CON IL POSIZIONAMENTO SEO

Search Engine OptimisationLa SEO, o Search Marketing Optimization, include svariate operazioni più o meno tecniche aventi come obiettivo il posizionamento di un sito, blog aziendale o ecommerce per una o più parole chiave. Nel momento in cui una persona cerca online una keyword, troverà nei risultati il sito in questione, forte del posizionamento organico (non sponsorizzato) raggiunto nel corso degli anni. Detta così sembra fantastico, si tratta in realtà di un lavoro pieno di incognite, che non sempre porta ai risultati sperati, vuoi per la troppa concorrenza, vuoi per la mancanza di parole chiave utili (ad es. perché poco ricercate), vuoi perché i primi posti sono occupati da siti come Kijiji, Ebay o Amazon, difficili se non impossibili da superare. Bisogna dunque pianificare una strategia realistica ed essere pronti a cambiare tattica a seconda dei cambiamenti nelle SERP (la lista dei risultati). Promuovere la propria azienda con la SEO nel 2018, di fatto, è una mossa rischiosa ma attuabile, pur con le dovute precauzioni e una propensione al rischio di cui, per forza di cose, è bene essere consapevoli fin da subito.

9) PROMUOVERE LA PROPRIA AZIENDA CON UNA LANDING PAGE

L’ultimo fra i sistemi per promuovere la propria azienda si chiama landing page: come suggerisce il nome, la landing è una pagina di “atterraggio” orientata alla lead generation (generazione di lead, dove per lead si intende il download di una brochure, la compilazione di un modulo contatti, la prenotazione di una camera d’albergo, l’acquisto di un prodotto e così via). La situazione ideale vede la landing page al centro di una campagna di marketing con annunci sponsorizzati AdWords, PPC su Facebook, banner in siti e portali esterni… questi canali, da valutare a seconda del business e del target, veicolano traffico e visite alla landing page e consentono di promuovere l’azienda anche senza bisogno di un sito web. Le potenzialità di una landing sono enormi: promuovere uno specifico servizio di prova, vendere online una linea di prodotti innovativi, offrire consulenza su misura per una particolare esigenza (gestione di un blog, riparazione di tubature, lavaggio auto…) e tanto altro ancora.

CONCLUSIONI SU COME PROMUOVERE LA TUA AZIENDA

Abbiamo visto 9 sistemi infallibili per promuovere un’azienda o un’attività con budget sostenibili, anche in tempi stretti e senza stravolgere la propria comunicazione. Eviblu segue e continua a seguire clienti da tutta Italia affiancando l’impresa con piani strategici mirati. Se anche tu desideri una consulenza personalizzata per il tuo business, non ti resta che contattarci via email o telefono.